Spezie: buone non solo per il palato

Le utilizziamo per insaporire piatti e manicaretti, ma sono molto più utili di ciò che crediamo. Dal pepe nero all’origano, le preziose spezie profumate proteggono il cuore e aiutano a prevenire il cancro.

  • Pepe nero: noto a tutti per il suo sapore piccantino, pochi sanno che aiuta a prevenire il cancro e che il suo ingrediente chiamato ‚piperina’ aiuta a tenere separate le cellule malate da quelle sane.
  • Erba cipollina: questi germogli verdi dal sapore leggermente aspro aiutano a neutralizzare gli effetti degli agenti cancerogeni e contribuiscono ad arrestare lo sviluppo dei tumori. Diversi studi hanno dimostrato che chi consuma regolarmente spezie come l’erba cipollina, ma anche cipolla, aglio, porrie scalogni, ha meno probabilità di ammalarsi di osteoartrite.
  • Cannella: aiuta a prevenire il diabete tenendo sotto controllo il livello di zuccheri nel sangue. Come? Aiutando le cellule ad assorbire e utilizzare meglio l’insulina. Provate a utilizzarla per dolcificare il caffè, su una mela tagliata a fette, oppure addirittura per insaporire pesce o pollo grigliato. L’ideale è mezzo cucchiaino al giorno.
  • Ginger: lo avrete notato servito accanto al vostro sushi, oppure utilizzato per insaporire molte pietanze, dalle patate ai biscotti, ma il ginger fa molto di più che caratterizzare i cibi con il suo particolare gusto. Noto per combattere la nausea, il ginger è un calmante dello stomaco, un antidolorifico per le ginocchia, riduce il colesterolo e anche l’indolenzimento muscolare che si verifica dopo una sessione di allenamento sportivo, inoltre inibisce le cellule cancerogene. Si può utilizzare sia fresco che essiccato.
  • Origano: in pochi sanno che l’origano contiene 42 volte più sostanze ossidanti rispetto alle mele e ancor meno che studi sui topi hanno dimostrato che ha un forte potere antinfiammatorio che riduce diversi rischi: dai problemi di cuore al cancro.
  • Prezzemolo: rendete il prezzemolo protagonista delle vostre ricette e avrete non solo un alito fresco ma gli uomini potranno proteggere anche la prostata. Studi di laboratorio hanno dimostrato che il flavonoide presente nel prezzemolo e chiamato ‚apigenina’ contribuisce a far crescere le cellule del cancro alla prostata in modo più lento.
  • Rosmarino: se amate la carne alla griglia, aggiungete del rosmarino fresco tritato prima di grigliarla e oltre ad aggiungere sapore preverrete fino al 90% la produzione di una particolare sostanza cancerogena chiamata HCA (heterocyclicamine) che si attiva proprio a causa di questo metodo di cottura. Aggiungete un rametto di rosmarino al vostro tè caldo, alla limonata oppure alle verdure cotte a vapore e potreste prevenire il cancro al seno e la moltiplicazione delle cellule della leucemia.
  • Zafferano: questa meravigliosa spezia dall’inconfondibile colore rosso-giallo, tra le spezie più care al mondo, contiene sostanze in grado si attenuare l’ansia e addirittura curare la depressione. In uno studio che ha coinvolto alcune donne in sovrappeso, l’effetto calmante ottenuto grazie alla somministrazione quotidiana di zafferano le avrebbe aiutate a spiluccare meno (quasi il 50%) rispetto alle donne a cui è stato somministrato un placebo.
  • Timo: quel sapore di menta e limone nel vostro collutorio potrebbe essere timo, a lungo utilizzato come antisettico. Attualmente è anche noto per le sue proprietà antinfiammatorie.