Colonproctologia

Emorroidopessi con suturatrice meccanica

Che cos'è


L'emorroidopessi è una recente tecnica chirurgica che corregge e riposiziona il tessuto in eccesso senza asportare le emorroidi.

I disturbi emorroidali sono causati dal prolasso (rilasciamento di tessuto) retto-anale. Il prolasso fa scivolare esternamente le emorroidi interne che a loro volta spingono esternamente e lateralmente le emorroidi esterne. Il presupposto dell'emorroidopessi è quello di non asportare le emorroidi, in quanto esse svolgono una funzione di completamento della continenza dei liquidi e dei gas.
L'intervento rimuove una banda circolare di mucosa rettale, in modo da non permettere più lo scivolamento del tessuto attraverso il canale anale, e ricolloca la mucosa, i cuscinetti emorroidali e l'anoderma nella loro posizione originaria.

L'emorroidopessi viene effettuata attraverso l'uso di un apposito strumento, una suturatrice circolare che realizza una cucitura sterile muco-mucosa, consentendo di eseguire l'intervento in maniera rapida e sicura.
Con la suturatrice circolare si asporta il prolasso e, contemporaneamente, la mucosa viene ricongiunta con microclips al titanio. Non si pratica nessuna incisione nell'ano, che riacquista la normale anatomia e le normali funzioni fisiologiche.

Questa tecnica può essere eseguita in anestesia generale, loco-regionale o locale; dura 10-15 minuti e non è indispensabile il ricovero. E' praticamente quasi indolore e, se ben eseguito, non insorgono complicanze.

Vantaggi


I vantaggi dell'emorroidopessi sono rappresentati da:
  • miglioramento significativo dei sintomi pre-operatori senza la rimozione dei cuscinetti emorroidali;
  • ripristino anatomico e funzionale del canale anale, con minore incontinenza e costipazione;
  • riduzione della degenza ospedaliera e rapido ritorno del paziente alla normale attività;
  • consumo ridotto di analgesici nel post-operatorio;
  • in fase post-operatoria, si riscontrano scarsi sanguinamento e prurito.

Tempi di degenza


Normalmente, il paziente può essere dimesso dopo 24-48 ore dall'intervento, in relazione alle sue condizioni cliniche. Di solito i pazienti, dopo l'operazione, non necessitano di medicazioni e possono riprendere le loro normali attività dopo 4-5 giorni.

Indicazioni e controindicazioni


L'intervento è indicato nei casi di emorroidi di II, III e IV grado e comprende anche quei casi (tipo II) in cui sono presenti componenti fibrosclerotiche (e/o skin tags).
L'emorroidopessi con suturatrice è controindicata in caso di: fistola anale, ascessi, gangrena, stenosi anale, prolasso rettale molto spesso e in pazienti con turbe della coagulazione.

Prima pubblicazione: martedì 6 febbraio 2007
Ultima revisione successiva: lunedì 23 luglio 2007
Patologie colorettali

Patologie colorettali

La colite ulcerosa è una malattia a decorso protratto che interessa l'apparato gastro-enterico. Assieme alla malattia di Crohn, rientra tra le "malattie infiammatorie croniche intestinali". [...]